Ascolto della Parola

Pagina 1 di 2  >  >>


16/02/2017
Dal Vangelo di Giovanni (cap. 9)

09/02/2017
Dal Vangelo di Giovanni (cap. 8)

26/01/2017
Dal Vangelo di Giovanni (cap. 7)          

19/01/2017
Dal Vangelo di Giovanni (cap. 6)

17/11/2016
Dal Vangelo di Giovanni (cap. 4)

10/11/2016
Dal Vangelo di Giovanni (cap. 3)

25/10/2016
Dal Vangelo di Giovanni (cap. 2)

18/10/2016

La testimonianza di Giovanni: Ecco l’agnello di Dio


13/11/2014

Caino e Abele: “Dov’è tuo fratello?”
 


30/10/2014
La tentazione del serpente e la caduta

23/10/2014

In principio Dio creò l’uomo e la donna


16/10/2014
In principio Dio creò
 
Capitolo 1 - 2,4

28/11/2013

Capitolo 9

13Il sesto angelo suonò la tromba: udii una voce dai lati dell'altare d'oro che si trova dinanzi a Dio. 14Diceva al sesto angelo, che aveva la tromba: "Libera i quattro angeli incatenati sul grande fiume Eufrate". 15Furono liberati i quattro angeli, pronti per l'ora, il giorno, il mese e l'anno, al fine di sterminare un terzo dell'umanità. 16Il numero delle truppe di cavalleria era duecento milioni; ne intesi il numero.


21/11/2013

Capitolo 8

1Quando l'Agnello aprì il settimo sigillo, si fece silenzio nel cielo per circa mezz'ora. E vidi i sette angeli che stanno davanti a Dio, e a loro furono date sette trombe.


17/10/2013

Capitolo 2

All'angelo della Chiesa che è a Èfeso scrivi:
"Così parla Colui che tiene le sette stelle nella sua destra e cammina in mezzo ai sette candelabri d'oro. 2Conosco le tue opere, la tua fatica e la tua perseveranza, per cui non puoi sopportare i cattivi. Hai messo alla prova quelli che si dicono apostoli e non lo sono, e li hai trovati bugiardi. 3Sei perseverante e hai molto sopportato per il mio nome, senza stancarti. 4Ho però da rimproverarti di avere abbandonato il tuo primo amore. 5Ricorda dunque da dove sei caduto, convèrtiti e compi le opere di prima. Se invece non ti convertirai, verrò da te e toglierò il tuo candelabro dal suo posto. 6 (continua...)


10/10/2013

Capitolo 1 

Rivelazione di Gesù Cristo, al quale Dio la consegnò per mostrare ai suoi servi le cose che dovranno accadere tra breve. Ed egli la manifestò, inviandola per mezzo del suo angelo al suo servo Giovanni, 2il quale attesta la parola di Dio e la testimonianza di Gesù Cristo, riferendo ciò che ha visto.

Beato chi legge e beati coloro che ascoltano le parole di questa profezia e custodiscono le cose che vi sono scritte: il tempo infatti è vicino. (continua)


10/10/2013

Introduzione 

L’Apocalisse è se un libro di resistenza cristiana, scritto da un uomo profondamente credente che vuole aiutare la comunità cristiana a non perdere la fede nonostante la persecuzione di cui è vittima. Con il suo scritto l’autore non solo vuole aiutarla a interpretare la storia che si trova a vivere, ma anche contribuire a trasformare questa storia affinché corrisponda al progetto di Dio.

Detto questo, è bene che emerga fin da subito un dato importante e imprescindibile: la letteratura apocalittica trova la sua esatta collocazione in un contesto ben preciso: nasce sempre in momenti drammatici della storia di Israele e della Chiesa; momenti di oppressione e di perdita della libertà, di contrasto tra il bene e il male. C’è però un punto fermo ed essenziale: la certezza della vittoria di Dio. Quanto sia potente il male non ha importanza perché Jahwe comunque vincerà, il male sarà sempre sconfitto da Dio; e a vincere assieme a Dio sarà sempre anche il suo popolo. (continua)


11/04/2013
Il primo giorno della settimana, al mattino presto esse si recarono al sepolcro, portando con sé gli aromi che avevano preparato. 2Trovarono che la pietra era stata rimossa dal sepolcro 3e, entrate, non trovarono il corpo del Signore Gesù. 4Mentre si domandavano che senso avesse tutto questo, ecco due uomini... (continua)

14/03/2013
Vanità delle vanità, dice Qoèlet, vanità delle vanità: tutto è vanità. 3Quale guadagno viene all'uomo per tutta la fatica con cui si affanna sotto il sole? 4Una generazione se ne va e un'altra arriva, ma la terra resta... (continua)

28/02/2013
Per la nostra festa di Pentecoste, cioè la festa delle Settimane, avevo fatto preparare un buon pranzo e mi posi a tavola: 2la tavola era imbandita di molte vivande. Dissi al figlio Tobia: "Figlio mio, va', e se trovi tra i... (continua)

16/01/2013
Elia profeta di fuoco: mistico e credente

28/12/2012
Riflessione su "La fede di Davide"