Riflessioni sul Vangelo del giorno

21/02/2014

Mc 8,34-9,1


Chi perderà la propria vita per causa mia e del Vangelo, la salverà.
Dal Vangelo secondo Marco

In quel tempo, convocata la folla insieme ai suoi discepoli, Gesù disse loro: 
«Se qualcuno vuol venire dietro a me, rinneghi se stesso, prenda la sua croce e mi segua. Perché chi vuole salvare la propria vita, la perderà; ma chi perderà la propria vita per causa mia e del Vangelo, la salverà. 
Infatti quale vantaggio c’è che un uomo guadagni il mondo intero e perda la propria vita? Che cosa potrebbe dare un uomo in cambio della propria vita? 
Chi si vergognerà di me e delle mie parole davanti a questa generazione adultera e peccatrice, anche il Figlio dell’uomo si vergognerà di lui, quando verrà nella gloria del Padre suo con gli angeli santi».
Diceva loro: «In verità io vi dico: vi sono alcuni, qui presenti, che non morranno prima di aver visto giungere il regno di Dio nella sua potenza».

Parola del Signore

21 Febbraio 2014

 

Nella vita di ogni discepolo di Gesù ci sono molte chiamate. Si tratta infatti di seguire Gesù ogni giorno, conoscendo quale è la strada per andare dietro a Lui. Il cristiano è colui che vuole seguire Gesù crocifisso e quindi rinnega se stesso, prende la sua croce e gli va dietro. La fede cristiana è l'amore personale per Gesù, il desiderio di essere con lui povero, umile e umiliato perchè fedele all'amore che dona se stesso.

L'invito a rinnegare se stesso non è desiderio di annientamento della personalità, ma piena realizzazione di se stessi, perchè è vincere il falso io, l'egoismo radicale, radice di ogni male e di ogni schiavitù. Così la croce è proprio la lotta contro la falsa l'affermazione di sè. Per questo ognuno ha la sua croce, perchè ognuno è chiamato a vincere l'egoismo che è in lui.

La vita infine si perde non tenendola egoisticamente stretta, ma vivendola per qualcuno, e chi la vive per Cristo, cioè la dona per amore a colui che si è fatto dono per amore, vive l'investimento più grande della sua vita, perchè vivendola in pienezza la riavrà per la vita eterna.