Home

15/05/2017

Rosario in famiglia


Terza settimana di Maggio 2017

Rosario in famiglia: settimana della Chiesa

O Dio, vieni a salvarmi. Signore, vieni presto in mio aiuto. Gloria al Padre.

1.      Primo mistero della luce:    Gesù è battezzato da Giovanni nel fiume Giordano

«Appena battezzato, Gesù uscì dall'acqua: ed ecco, si aprirono i cieli ed egli vide lo Spirito di Dio scendere come una colomba e venire su di lui (Mt 3,16).

Ave Maria, Donna della fede, prima dei discepoli!
Vergine Madre della Chiesa, aiutaci a rendere sempre ragione
della speranza che è in noi, confidando nella bontà dell’uomo
e nell’amore del Padre.

Preghiamo per tutti i battezzati e per le famiglie che chiedono il battesimo

Padre Nostro, 10 Ave Maria (meditando il mistero), Gloria al Padre. Gesù mio...

2.      Secondo mistero della luce:            Gesù cambia l’acqua in vino alle nozze di Cana

«Nel frattempo, venuto a mancare il vino, la madre di Gesù gli disse: «Non hanno più vino» E Gesù rispose: «Che ho da fare con te, o donna? Non è ancora giunta la mia ora». La madre disse ai servi: «Fate quello che vi dirà» (Gv 2,3-5).

Maria Madre della speranza, cammina con noi!
Insegnaci a proclamare il Dio vivente; aiutaci a testimoniare Gesù, l’unico Salvatore;
rendici servizievoli verso il prossimo, accoglienti verso i bisognosi,
operatori di giustizia, costruttori appassionati
di un mondo più giusto;
intercedi per noi che operiamo nella storia
certi che il disegno del Padre si compirà.

Preghiamo per tutte le famiglie, in particolare per quelle in difficoltà

Padre Nostro, 10 Ave Maria (meditando il mistero), Gloria al Padre.  Gesù mio…

3.      Terzo mistero della luce:     Gesù annuncia che il Regno di Dio è vicino

«Gesù andava attorno per tutta la Galilea, insegnando nelle loro sinagoghe e predicando la buona novella del Regno e curando ogni sorta di malattie e di infermità nel popolo (Mt 4,23).

Ave Maria, Donna povera ed umile, benedetta dall’Altissimo!
Vergine della speranza, profezia dei tempi nuovi,
noi ci associamo al tuo cantico di lode per celebrare le misericordie del Signore,
per annunciare la venuta del Regno e la piena liberazione dell’uomo

Preghiamo per tutti i catechisti e animatori della nostra comunità parrocchiale

Padre Nostro, 10 Ave Maria (meditando il mistero), Gloria al Padre.  Gesù mio…

4.      Quarto mistero della luce:  Gesù si trasfigura davanti a tre discepoli sul monte

«E apparve trasfigurato davanti a loro; il suo volto brillò come il sole» (Mt 17,2).

Vergine Maria, Regina dei Santi, e modello di santità!
Tu sei la prima dei salvati, la tutta Santa, l’Immacolata.
Aiutaci a vincere la nostra mediocrità. Mettici nel cuore il desiderio
e il proposito della perfezione.
Suscita nella Chiesa, a beneficio degli uomini d’oggi,
una grande primavera di santità.

Preghiamo per tutti gli ammalati della nostra comunità

Padre Nostro, 10 Ave Maria (meditando il mistero), Gloria al Padre.  Gesù mio…

5.      Quinto mistero della luce:   Gesù istituisce l’Eucaristia durante l’Ultima Cena

«Ora, mentre essi mangiavano, Gesù prese il pane e, pronunziata la benedizione, lo spezzò e lo diede ai discepoli dicendo: «Prendete e mangiate; questo è il mio corpo». Poi prese il calice e, dopo aver reso grazie, lo diede loro, dicendo: «Bevetene tutti, perché questo è il mio sangue dell'alleanza, versato per molti, in remissione dei peccati (Mt 26,26-28).

O Maria, Aiuto dei Cristiani, nelle nostre necessità ci rivolgiamo a te
con occhi di amore, con mani libere e cuori ardenti.
Ci rivolgiamo a te per poter vedere il tuo Figlio, nostro Signore.
Innalziamo le mani per avere il Pane della Vita.
Spalanchiamo i cuori per ricevere il Principe della Pace.

Preghiamo per i bambini della prima comunione e i ragazzi della cresima

Padre Nostro, 10 Ave Maria (meditando il mistero), Gloria al Padre.  Gesù mio… Salve Regina...

Litanie Lauretane

Santa Maria, donna del piano superiore, splendida icona della Chiesa, tu, la tua personale Pentecoste, l'avevi già vissuta all' annuncio dell' angelo, quando lo Spirito Santo scese su di te, e su di te stese la sua ombra la potenza dell'Altissimo. Se, perciò, ti fermasti nel cenacolo, fu solo per implorare su coloro che ti stavano attorno lo stesso dono che un giorno, a Nazaret, aveva arricchito la tua anima. Come deve fare la Chiesa, appunto. La quale, già posseduta dallo Spirito, ha il compito di implorare, fino alla fine dei secoli, l'irruzione di Dio su tutte le fibre del mondo.

Donale, pertanto, l'ebbrezza delle alture, la misura dei tempi lunghi, la logica dei giudizi complessivi. Prestale la tua lungimiranza. Non le permettere di soffocare nei cortili della cronaca. Preservala dalla tristezza di impantanarsi, senza vie d'uscita, negli angusti perimetri del quotidiano.

Santa Maria, donna del piano superiore, aiuta i pastori della Chiesa a farsi inquilini di quelle regioni alte dello spirito da cui riesce più facile il perdono delle umane debolezze, più indulgente il giudizio sui capricci del cuore, più istintivo l'accredito sulle speranze di risurrezione.

Invitali a salire in alto con te, perché solo da certe postazioni lo sguardo potrà davvero allargarsi fino agli estremi confini della terra, e misurare la vastità delle acque su cui lo Spirito Santo oggi torna a librarsi.

Santa Maria, donna del piano superiore, facci contemplare dagli stessi tuoi davanzali i misteri gaudiosi, dolorosi e gloriosi della vita: la gioia, la vittoria, la salute, la malattia, il dolore, la morte.

E affretteremo così, come facesti tu, la Pentecoste sul mondo.