Home

01/12/2015

Lc 10,21-24


Martedì prima settimana di Avvento

Gesù esultò nello Spirito Santo
+ Dal Vangelo secondo Luca

In quella stessa ora Gesù esultò di gioia nello Spirito Santo e disse: «Ti rendo lode, o Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai nascosto queste cose ai sapienti e ai dotti e le hai rivelate ai piccoli. Sì, o Padre, perché così hai deciso nella tua benevolenza. Tutto è stato dato a me dal Padre mio e nessuno sa chi è il Figlio se non il Padre, né chi è il Padre se non il Figlio e colui al quale il Figlio vorrà rivelarlo».
E, rivolto ai discepoli, in disparte, disse: «Beati gli occhi che vedono ciò che voi vedete. Io vi dico che molti profeti e re hanno voluto vedere ciò che voi guardate, ma non lo videro, e ascoltare ciò che voi ascoltate, ma non lo ascoltarono».

Parola del Signore

Commento al vangelo

Un sentimento di gioia pervade questo vangelo. Conosciamo che la gioia di Gesù è nello Spirito Santo, e il suo motivo è la conoscenza di Dio donata non a coloro che si credono grandi e sapienti nel mondo, ma ai piccoli, alla lettera i bambini che ancora non sanno parlare.
Partecipiamo della gioia di Gesù in ogni ora, in ogni momento presente. E' la gioia di vedere che il vangelo porta frutto prima di tutto nella nostra vita, quella gioia vera che è conoscere Gesù e l'amore di Dio Padre. Gesù ci fa conoscere il suo cuore di Figlio; noi apriamo con lui il nostro cuore alla gioia dello Spirito, riconoscendo e ringraziando il Padre per tutti i suoi doni.